you're reading...
Uncategorized

Un vuoto dove passa ogni cosa – Foggia 26 maggio

COMUNICATO STAMPA

#foggiadialoga presentazione del libro “Un vuoto dove passa ogni cosa – interventi, articoli, lettere, racconti di Mariateresa di Lascia

L’associazione Radicale di Foggia “Mariateresa di Lascia” presenterà Giovedi 26 maggio, ore 18.30, all‘auditorium di Santa Chiara di Foggia, in piazza Santa Chiara,1 il volume “un vuoto dove passa ogni cosa” (edizioni dell’asino 2016) che raccoglie interventi, articoli, lettere e racconti di Mariateresa di Lascia, esponente radicale, deputato parlamentare e scrittrice vincitrice nel 1995 del Premio Strega con il romanzo “Passaggio in ombra”.
Il volume sarà presentato all’interno della rassegna #Foggiadialoga – il piacere di capire in collaborazione con le Fondazioni Banca del Monte e Apulia Felix e la libreria Ubik.
Prenderanno parte all’incontro la curatrice dell’opera Antonella Soldo, Sergio D’elia segretario dell’associazione Nessuno tocchi Caino, fondata con Mariateresa di Lascia e impegnata nella lotta per l’abolizione della pena di morte nel mondo. Modera il giornalista Antonio Blasotta.

La politica, così come la facciamo noi, è anche il nostro vivere”. Di ciò Mariateresa Di Lascia era convinta. Ogni riga di questa raccolta è attraversata da qualcosa che va ben oltre un pensiero militante, qualcosa che appartiene piuttosto all’etica e alle inquietudini profonde della nostra esistenza. Tornare su questi testi, a oltre vent’anni dalla scomparsa dell’autrice, non è un nostalgico tributo, ma rappresenta, invece, l’occasione di ragionare su contraddizioni e possibilità ancora aperte, nell’agire politico come nelle scelte quotidiane.
Un’occasione per conoscere e confrontarsi con l’attualità del suo pensiero politico. Quest’opera realizza oggi quanto affermato da Marco Pannella, venuto a mancare lo scorso 19 Maggio, su Mariateresa di Lascia che scelse nel 1981 come vice-segretaria del Partito Radicale insieme a Francesco Rutelli, Gaetano Quagliariello e Giovanni Negri “raccoglieremo tutti i suoi interventi ed i suoi discorsi dei quali possediamo le registrazioni grazie all’archivio di Radio Radicale e li studieremo. Sono certo che le sue parole risulteranno ancora più creative e ricche, più politiche, anche, nella durata”

image

Annunci

Discussione

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: