archives

Archivio per

Giorno 12 di lotta nonviolenta. Le ragioni di Ivana De Leo

E’ Ivana De Leo a prendere il testimone della staffetta dell’iniziativa di sciopero della fame per l’amnistia avviata dall’associazione Mariateresa Di Lascia. Ivana digiunerà per due giorni a partire da oggi e queste sono le sue ragioni: “Meglio il rumore delle chiavi che quell’ora delle campane”. Questo mi disse il primo ergastolano che conobbi. E … Continua a leggere

Giorno 10 di lotta nonviolenta- Le ragioni del Satyagraha di Andrea Trisciuoglio

Andrea partecipa alla staffetta di digiuno per l’amnistia con ciò che gli è più indispensabile: i farmaci. “Leggo su Wikipedia: Con il termine Satyagraha (sanscrito satyāgraha, in devanagari सत्याग्रह) si indica il tipo di lotta nonviolenta praticata da Gandhi, Martin Luther King, Aung San Suu Kyi ed altri nella storia. La parola deriva dai termini … Continua a leggere

IL PIATTO VUOTO DEI RADICALI: GIORNO 6 DI SCIOPERO

Oggi Norberto Guerriero, segretario dell’associazione “Mariateresa Di Lascia” digiuna per una giustizia giusta…continua la staffetta dell’Associazione radicale foggiana. Per aderire allo sciopero, anche solo per un giorno, basta mandare una mail a: associazionedilascia@gmail.com oppure al 3452887496

AMNISTIA PER LA REPUBBLICA: LE RAGIONI DI UN DIGIUNO: GIORNO 4

Oggi nella staffetta di digiuno per l’amnistia dell’associazione “Mariateresa Di Lascia” è il turno di Marzia Guerriero

AMNISTIA PER LA REPUBBLICA- LE RAGIONI DI UN DIGIUNO: GIORNO 1

I Radicali foggiani dell’associazione “Mariateresa Di Lascia” hanno iniziato un digiuno a staffetta per sostenere il satyagraha convocato dalla segretaria di Radicali italiani, Rita Bernardini, per tentare un ultimo sforzo di dialogo prima della scadenza (il prossimo 28 maggio) che la Corte europea ha dato all’Italia per risolvere la drammatica situazione delle carceri e della … Continua a leggere

AMNISTIA, I RADICALI FOGGIANI IN DIGIUNO CON OLTRE 800 PERSONE IN ITALIA

Mancano meno di 90 giorni a quell’ultimatum che con la sentenza Torregiani la corte europea dei diritti dell’uomo ha dato all’Italia per riportare nella legalità la situazione delle carceri. Dal 28 maggio prossimo, infatti, la Corte sarà tenuta a prendere in esame le centinaia di ricorsi depositati da detenuti italiani e tornerà certamente a condannare … Continua a leggere