you're reading...
Associazione Mariateresa Di Lascia, testamento biologico

Radicali, si riparte dall’ass.Di Lascia. Manfredonia: testamento biologico

Foggia – SI FA presto a dare per spacciati i radicali. Si fa presto a liquidare soggetti storici come soggetti vecchi, buoni per essere rottamati come una qualsiasi corrente piddina. Si fa presto, identicamente presto, ad essere costretti a fare passi indietro. Già. Nel fine settimana, infatti, l’associazione foggiana “Mariateresa Di Lascia” è rinata. Non dalle proprie ceneri, come l’Araba fenice. Se non altro per il fatto che, di ceneri, non ce ne sono mai state. C’è stato, piuttosto, un lungo impasse, culminato con un rinnovamento generale e con propositi, politici, di ripartenza.

Così, riunitasi in assemblea, l’associazione radicale ha stilato un calendario di iniziative sul territorio, la cui organizzazione è stata affidata nelle mani di un nuovo direttivo. A guidare il sodalizio, infatti, sarà la neo eletta Segretaria Elisabetta Tomaiuolo, trentenne di Manfredonia, militante radicale, impegnata nell’affermazione dei diritti civili e nella valorizzazione dei beni culturali del territorio, affiancata dal Tesoriere Francesco Fiorile Salvemini militante radicale dal 1998, anch’egli di Manfredonia. La carica di Presidente è stata affidata ad Antonella Soldo, venticinque anni, di Rocchetta Sant’Antonio, membro del Comitato nazionale di Radicali Italiani e una lunga esperienza in Radio radicale.

Ambiente. “Il nostro intento- ha dichiarato la Segretaria Tomaiuolo- è quello di portare i grandi temi radicali all’attenzione della Provincia, ma anche, dall’altra parte, di occuparci con metodo radicale dei problemi specifici del territorio, a partire da quelli legati all’aggressione all’ambiente. I veleni ambientali che soffocano il nostro territorio hanno dietro di sé i veleni politici che noi vogliamo denunciare. Siamo convinti da radicali, che l’informazione, prima di tutto, debba essere lo strumento principale con il quale i cittadini possano liberamente acquisire consapevolezza dei gravi problemi ambientali, culturali ed economici del territorio”. Ambiente più informazione, dunque. Ovvero, materialmente, produzione di un dossier che “fotografi l’attuale situazione di dissesto ambientale, e che possa essere il punto di partenza per proposte concrete di alternativa sostenibile”.

Testamento biologico. Cruciale, anche la lotta sui diritti civili. “Nel corso dell’anno – ricorda la Tomauiolo – abbiamo lavorato in particolare a Manfredonia sulla questione testamento biologico. Una questione urgente, che a causa della crisi economica è passata in secondo piano. Noi crediamo, però che non possa esserci crisi dei diritti fondamentali, per questo rilanciamo la battaglia per il diritto all’autodeterminazione dell’individuo e puntiamo entro l’anno all’obiettivo dell’approvazione del registro dei testamenti biologici a Foggia e almeno nelle altre grandi cittadine della provincia”.

“Impegno attivo”. Il Tesoriere sottolinea come “la povertà culturale ed economica possa essere abolita solo attraverso l’impegno attivo e responsabile di ogni singolo cittadino, in ogni ambito del proprio vivere, riconsiderando se stessi centro dell’attività politica e dell’amministrazione del territorio. Non si potrà mai avere una concreta e reale evoluzione economica e culturale passando per le sezioni dei partiti ormai in disfacimento ed in “dissesto ideologico”, ma partendo dalle libere coscienze degli individui, consapevoli di sé e del peso delle proprie quotidiane azioni e dall’attenta vigilanza sull’operato di tutta la classe politica che ha l’obbligo di rispondere delle proprie gravi scelte ed assumersi le responsabilità che queste comportano”.

Antonella Soldo: “Di Lascia, bandiera della Daunia”. Il Presidente, Antonella Soldo vuole ricordare Mariateresa Di Lascia: “La nostra associazione porta il nome di una donna che dovrebbe essere una bandiera per il nostro territorio e per chiunque intenda avvicinarsi alla politica. Al suo metodo nonviolento e tenace cercheremo sempre di avvicinarci”.


Focus Ass. Di Lascia. Le indagini dopo la morte di Teresa M. Totaro a Manfredonia
. Focus “morte donna dopo risonanza magnetica”. La solitudine della compagna Lilli

Redazione Stato

da www.statoquotidiano.it del 9 gennaio 2012

Annunci

Discussione

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: